ENTJ

- IL COMANDANTE -

Si diletta nello sviluppare visioni e piani e guida gli altri con estrema efficienza.

Eccelle nel motivare e guidare gli altri verso il raggiungimento di obiettivi a lungo termine. Ha un'abilità innata nell'individuare inefficienze e concettualizzare nuove soluzioni. Si diletta nello sviluppare visioni e piani. Razionale, diretto, pungente.

L’acronimo ENTJ sta per:

  • Estroverso
  • iNtuitivo
  • pensante (Thinking)
  • giudicante (Judging)

Gli individui ENTJ hanno un temperamento estroverso, percepiscono il mondo che li circonda attraverso l’intuizione (anziché attraverso i sensi) e prendono decisioni basandosi su ragionamenti e logica (anziché sui sentimenti).

Essendo un tipo J (giudicante), l’ENTJ tende a manifestare palesemente la propria preferenza di tipo T, difendendo energicamente le sue opinioni, specialmente quando si parla di prendere decisioni.

Il Tipo ENTJ è uno dei Tipi più rari (il terzo più raro), ammontando ad un totale di circa il 2% della popolazione.

Il carattere degli ENTJ

Gli ENTJ sono pragmatici e razionali.
Tendono ad assorbire informazione con estrema facilità.

Da bambini sono molto ricettivi a stimoli sensoriali ed hanno una grande attenzione per i dettagli.
In età adolescente amano passare il tempo con gli altri dimostrano una spiccata tendenza ad essere altruisti ed a fare di tutto per condividere buone esperienze con le persone che li circondano.

Crescendo, sviluppano capacità di sintesi ed un senso critico per valutare le conseguenze a lungo termine delle proprie azioni. Diventano più consci di relazioni causa-effetto.
Dato il loro pragmatismo ed interesse per attività pratiche, tendono ad interessarsi a come migliorare il funzionamento di sistemi.

Alcuni ENTJ famosi...

Lo Stack cognitivo

Funzioni cognitive ENTJ

PosizioneENTJ
1Primaria / Dominante / EroeTe
2Secondaria / Ausiliaria / Genitore buonoNi
3Terziaria / BambinoSe
4Inferiore / AspirazionaleFi
5OpponenteTi
6Genitore CriticoNe
7TruffatoreSi
8Demone / TrasformativaFe
Non sai cosa sia di preciso lo stack cognitivo?
Clicca qui per scoprirlo.

Il superpotere degli ENTJ

Gli ENTJ sono ottimi managers, innovatori e leaders in discipline tecniche.

Tipicamente un ENTJ eccelle nel motivare e guidare gli altri verso il raggiungimento di obiettivi a lungo termine. Ha un'abilità innata nell'individuare inefficienze e concettualizzare nuove soluzioni. Si diletta nello sviluppare visioni e piani. E’ razionale, diretto, pungente.

Gli ENTJ ricercano efficienza ed efficacia e sono molto critici in merito ai rischi associati ad importanti decisioni.
In ogni caso, la loro spiccata razionalità li rende abili a prendere decisioni difficili molto velocemente e ad assumersi piena responsabilità delle conseguenze.

Le debolezze degli ENTJ

Gli ENTJ possono passare un tempo interminabile a contemplare dati e fogli di calcolo.
Per loro c'è sempre qualcosa da imparare dai fatti... e questo può a volte rallentare il loro processo decisionale.

Come conseguenza della loro forte pragmaticità, gli ENTJ hanno scarsa sensibilità per i propri sentimenti e per i sentimenti degli altri.

La loro continua ricerca di metodi alternativi per incrementare l’efficienza, unita alla loro scarsa sensibilità, li porta spesso a trovarsi in situazioni dove il loro atteggiamento finisce per offendere qualcuno.

La probabilità che un ENTJ finisca in una relazione difficile, tossica o abusiva è del 67%

Le relazioni degli ENTJ

Come tutti gli altri tipi di personalità, gli ENTJ hanno un livello di compatibilità diversa con ciascuno dei 16 tipi.

Scegliendo senza un preciso criterio, la probabilità che un ENTJ trovi la sua anima gemella è inferiore al 3%.

Per una compatibilità, perfetta l'ENTJ ha bisogno di trovare un partner prettamente logico e con una fervida immaginazione.

Senza una guida, la probabilità che un ENTJ finisca in una relazione difficile, tossica o abusiva è del 67%.

Se ti interessa sapere di più su come trovare la relazione perfetta, clicca sul bottone qui sotto e visita la pagina "Compatibilità e Relazioni".

Le 4 parti della mente di un ENTJ

Secondo una recente teoria di J.Beebe, ogni individuo ha accesso a 4 Tipi di personalità.

In pratica, la nostra mente è composta da 4 parti distinte, ognuna collegata ad un tipo di "coscienza" diversa:

  • Ego;
  • Subconscio;
  • Inconscio;
  • Super.Ego.

Di queste 4 parti, due sono estroverse e due sono introverse...

Quindi, indipendentemente da quale sia la il tuo tipo di personalità dominante, puoi sempre accedere facilmente ad almeno un altro Tipo con un temperamento diverso.

NOTA: questo spiega perché ci comportiamo in modo diverso in circostanze diverse o in presenza di persone con le quali abbiamo un diverso grado di confidenza!

Quando parliamo di un Tipo ENTJ, ci riferiamo alla sua personalità dominante: l'Ego.

Queste sono le 4 parti della mente di un ENTJ

ENTJ

Ego

ISFP

Subconscio

INTP

Inconscio

ESFJ

Super.Ego

Questo significa che, in alcune situazioni, un individuo ENTJ esibirà caratteristiche tipiche di individui ISFP, INTP, o ESFJ.

Significa inoltre che un ENTJ si introverge in un ISFP o in un INTP... non in un INTJ !!!

Un ENTJ si introverge in un ISFP o in un INTP... non in un INTJ !!!

La personalità del Subconscio ISFP può essere "indossata" a comando, di solito in situazioni dove l'individuo ENTJ ha a che fare con estranei e non si sente abbastanza confidente.

La personalità dell'Inconscio INTP emerge spontaneamente ogni qualvolta l'individuo ENTJ si trova in difficoltà o ha necessità di essere iper-critico.

NOTA: nell'ambiente di lavoro, tutti tendiamo a mostrare di più il nostro lato inconscio.

In genere, la personalità dell'Ego Superfluo si manifesta molto raramente.
Un ENTJ equilibrato non si dovrebbe mai comportare come un ESFJ.

Per ridurre lo stress e vivere una vita felice è importante operare il più possibile nei limiti del nostro Ego.

Pensieri di un ENTJ...

Sono bravo ad osservare una situazione e ad indentificare come sia possibile migliorarla.
Questo è qualcosa di cui vado fiero.
Sono capace di vedere del potenziale laddove altri non vedono niente. Non lascio che i sentimenti abbiano la meglio sulle mie decisioni.
Infatti, sono bravo a gestire eventuali problemi e a prendere decisioni difficili... ed assumerne la piena responsabilità.
Francamente, lavoro meglio quando sono in una posizione di comando e ho l'autonomia e le risorse necessarie per portare a termine con efficienza quello che deve essere fatto.
È importante sapere come definire e stabilire obiettivi chiari, ma è altrettanto importante tenere la mente aperta a nuove possibilità che potrebbero funzionare meglio.
In qualche modo riesco a vedere gli aspetti differenti di un problema, li so suddividere per ambito in modo tangibile creando delle sequenze passo-passo per la risoluzione.
Da lì in poi è solo una questione di sicurezza in se stessi, di disciplina e di esecuzione sistematica di una procedura efficiente.
Per me è importante che le cose funzionino a dovere. Penso che la gente debba imparare che ci sono situazioni in cui i sentimenti personali vanno messi da parte se si vuole ambire ad risultati importanti.
Ho spesso la sensazione che la gente non capisca o non apprezzi veramente l'intera gamma delle mie ambizioni, ma io difendo le mie idee e le supporto con fatti empirici.
È semplicemente questione di visualizzare una soluzione ed implementare le operazioni necessarie per metterla in pratica... se sei capace di vedere un modo migliore per fare le cose, perché accontentarsi della mediocrità? dialogo interno di un ENTJ

Gli ENTJ in dettaglio

Gli ENTJ sono dei leader nati. Sono diretti, pragmatici, schietti, con una personalità dominante.

Si impegnano per imporre ordine e razionalità alle persone, alle cose e ai progetti, coordinando e guidando le attività in maniera tale che tutto sia efficiente e conforme alle loro aspettative, spesso scientificamente accurate e strategicamente definite.

Il loro atteggiamento forte e autoritario li fa considerare, spesso, come insensibili, rudi, arroganti e prepotenti, nonostante non sia necessariamente così.

Hanno semplicemente poca sensibilità per la sfera dei sentimenti e prediligono la ragione.

Sono fermi nelle loro posizioni, ed esprimono la loro opinione pur quando questa non è richiesta (caratteristica che condividono con gli altri individui xxTJ).

Preferiscono parlare piuttosto che ascoltare, giacché ritengono di avere sempre qualcosa di importante da dire: la loro miglior difesa è l’attacco, e attaccare è senz’altro quello che riesce loro meglio.

In questo senso, gli ENTJ non rifiutano i conflitti o le discussioni, anzi tendono ad essere molto partecipativi e combattivi.

La loro funzione dominante (Te) orienta gli ENTJ verso l’azione, il lavoro, i risultati concreti e tangibili, e il conseguimento di questi obiettivi assorbe quasi tutte le energie e il tempo degli ENTJ, che spesso assumono posizioni di comando e di responsabilità, con una carriera ricca e impegnata (direttori, manager, capiufficio, primari, dirigenti, ...).

Nonostante prendano la loro vita e il loro lavoro molto seriamente, gli ENTJ sanno anche divertirsi, godere del lusso e dei piaceri della vita. Apprezzano un abbigliamento elegante e raffinato, e i loro standard in fatto di gusti sono spesso molto alti, così come le loro aspettative in termini di status sociale.

Non essendo particolarmente a loro agio con i sentimenti propri e delle persone, gli ENTJ tendono a ripiegare sulla flessibilità intuitiva e sull’umorismo.
Nel farlo, assumono spesso comportamenti affabili, da showman, raccontando aneddoti e battute spassose per ingraziarsi gli altri.

Talvolta, a causa della loro naturale mancanza di empatia, rischiano di sorpassare i limiti della tolleranza, ferendo i sentimenti degli altri.

Gli ENTJ, comunque, non sono malvagi... semplicemente non hanno una particolare intelligenza emotiva.
Un punto cruciale per il miglioramento personale è proprio l'aumentare la comprensione dei sentimenti propri e altrui.

La funzione dominante degli ENTJ

La funzione dominante è responsabile per il comportamento spontaneo di un individuo ed è intimamente legata al suo superpotere.
Tutte le cose che ci vengono naturali o per le quali "siamo portati" sono generalmente dominio della funzione dominante.

La funzione dominante degli ENTJ è il Pensiero Estroverso (Te), che condividono con gli ESTJ.

Essendo Te una funzione razionale, li rende in grado di essere analitici e di avere una visione obiettiva delle vare situazioni.

Te è responsabile per la formazioni di opinioni e una Te dominante favorisce la tendenza a condividere e a proclamare tali opinioni, con fare pedagogico.

In un dialogo, gli ENTJ sono soliti anticipare o interrompere l’interlocutore, esprimendo un’opinione anche se non è richiesta.

Hanno la tendenza a parlare prima di ascoltare e a giudicare l'opinione degli altri.
Nonostante ciò sono di larghissime vedute e sempre pronti a cambiare idea qualora gli vengano presentati fatti che li dimostrano in torto.

Questo atteggiamento li rende perfetti per diventare dei leader forti e coraggiosi, in grado di affrontare qualsiasi ostacolo.

Mentre la crudeltà non deve mai essere scusata, una maggior comprensione dei tipi psicologici può aiutare gli altri a empatizzare meglio con gli ENTJ, rendendosi conto che essi siano spinti in modo inconscio e naturale all’espressione dei propri giudizi.

Vero è che la Te dominante rende gli ENTJ inclini ad esagerare troppo le cose.
Possono apparire dogmatici, votati al controllo, tirannici, insistenti e dispotici... ma infondo non lo sono.

Te fa impegnare questo Tipo a portare ordine, controllo e razionalità ai sistemi e alle operazioni del mondo esteriore. Li fa orientare verso la strategia, insiste sugli obiettivi da raggiungere, e si affida alle cose misurabili in vista del futuro.

Gli ENTJ basano le loro decisioni sui fatti e sulle cose misurabili.
Non è raro che siano maniaci dei fogli di calcolo e delle misure.

In questo senso gli ENTJ apprezzano la tecnologia, la scienza, e relative applicazioni in grado di migliorare le strategie e la produzione lavorativa.

Un ENTJ, inoltre, vuole che le gerarchie siano chiare sin da subito: dove lui sta in cima e gli altri sono subordinati e lavorano per mettere in atto la sua visione.

Non significa che gli ENTJ siano megalomani... sono semplicemente convinti (a ragione) che la loro guida sia necessaria a tutti per lavorare efficacemente ed efficientemente.
Di fatto, ogni grande organizzazione può trarre beneficio dalla guida esperta di un leader ENTJ.

Gli ENTJ tendono ad essere seri e concentrati piuttosto che rilassati e ricettivi.
Anche nei giorni in cui non hanno obblighi programmati o cose da fare, non fanno fatica a trovare qualcosa da controllare.

Molti ENTJ, in mancanza di cose da fare, cercano hobby che permettano di soddisfare la loro necessità di controllo (ad esempio gli allenatori di calcio).

La funzione secondaria degli ENTJ

La funzione secondaria è responsabile per il comportamento critico di un individuo ed è intimamente legata al suo superpotere.
Tutti gli atteggiamenti critici o di avversione al rischio sono generalmente causati della funzione secondaria.

L'Intuizione Introversa (Ni) è la funzione secondaria degli ENTJ, quella che principalmente si occupa di controbilanciare l’azione e i giudizi della dominante Te.

Come altri intuitivi, gli ENTJ sono orientati al futuro e immaginano quello che potrebbe essere invece di accontentarsi con quello che hanno davanti.

Ni dà loro la capacità di valuare in fretta le conseguenze dei loro giudizi e per questo eccellono nell'identificare problemi di fondo e bolli di bottiglia in sistemi e processi.

La loro ricerca di efficienza e perfezione è instancabile ed inarrestabile.

Sono flessibili, pensano in avanti e sono orientati al cambiamento, annoiandosi o divenendo facilmente irrequieti quando le cose diventano ovvie e banali.

Gli ENTJ (come la controparte introversa INTJ) hanno una fiducia profonda nelle proprie intuizioni e le ritengono estremamente solide.

Quando gli ENTJ esprimono il proprio bisogno di “pensarci su”, il loro prcesso introspettivo è come uno scalpello che rimuove il materiale superfluo per andare a rivelare la scultura che è già presente nel marmo.

Che questo tipo di intuizione sia attiva o passiva (molto dibattuto in ambienti psicologici e filosofici) poco importa. Il risultato è che sono in grado di individuare l'essenza delle cose e di scartare il superfluo per mantenere e migliorare quello che è veramente essenziale.

Negli ENTJ, Ni funge da vero e proprio filtro critico per le opinioni e convinzioni generate da Te.

Ni individua ostacoli, incorrettezze, problemi che potrebbero presentarsi a lungo termine. Così facendo fornisce nuovi input a Te che può incorporare questa nuova informazione e formulare una versione più robusta della teoria.

La loro abilità nell'iterare tra acquisizione di fatti e dati e la valutazione delle conseguenze dirette di una particolare linea d'azione, rende gli ENTJ maestri della strategia, dell’analisi e della riforma sistemica e della pianificazione delle eventualità.

Il fatto di avere Ni come secondaria fa sì che gli ENTJ necessitino di stare più tempo da soli rispetto agli altri Tipi estroversi.

A differenza degli introversi però, per gli ENTJ la necessità di solitudine è una lama a doppio taglio. Infatti, se da un lato è sentita come una profonda necessità, dall'altro può portare ad un calo di energia e ad un senso di frustrazione (nel caso le teorie al momento in esame si rivelino non abbastanza solide da poter essere utilizzate).

Questi momenti di riflessione degli ENTJ ricordano i cosiddetti "ritiri spirituali" dei comandanti. In questi ritiri, i leaders ripercorrono le loro azioni, riflettono ampiamente su come si sono comportati, si criticano duramente, e tendono a pensare cose profondamente negative.

In sostanza, un individuo ENTJ equilibrato, è in grado di autocriticarsi e di ritenersi 100% responsabile per le sue azione.

La funzione terziaria degli ENTJ

La funzione terziaria è responsabile per il comportamento spontaneo ed ingenuo di un individuo ed è sia un forte tratto caratteriale che una debolezza.

Il Sentimento Estorverso (Se) è la funzione terziaria degli ENTJ.
Tale funzione è estremamente estroversa, orientata al “presente”, al “qui ed ora”.

Se è la funzione che permette agli ENTJ di guidare gli altri nelle loro "battaglie".
Infatti Se è responsabile per il desiderio di creare e condividere buone esperienze.

Per gli ENTJ creare queste "belle esperienze" (migliorare l'efficienza dei sistemi) è a tutti gli effetti un gioco.
Mentre tutti vedono gli ENTJ come mega-direttori super impegnati, loro stessi si vedono come bambini che stanno cercando di far funzionare meglio un giocattolo nuovo.

A parte il mero aspetto fisico della percezione sensoriale, Se tiene gli ENTJ ancorati alla realtà pratica dei problemi.

Se si manifesta anche con l'interesse per l’estetica, la bellezza, e uno stile di vita ricco e opulento (che solitamente gli ENTJ possono permettersi).

Spesso gli ENTJ hanno standard molto elevati e gusti raffinati in tutti i sensi, disprezzando gli stereotipi ma riconoscendo la necessità di una buona apparenza.

La funzione inferiore degli ENTJ

La funzione inferiore è responsabile per le insicurezze di un individuo e per le sue più intime aspirazioni.
E' tale funzione che spesso ci ispira al cambiamento... cambiamento che però non sempre genera risultati con i quali siamo contenti.

La funzione inferiore degli ENTJ è il Sentimento Introverso (Fi).

A causa della posizione inferiore della loro Fi, gli ENTJ hanno uno scarsa sensibilità per i propri sentimenti e per i semtimenti degli altri.
Inoltre, non prestano particolare attenzione a regole comportamentali o morali.

La loro morale è in genere flessibile e sacrificabile in nome dell'efficienza, della velocità di implementazione e della praticità.

Questo non vuol dire che ingnorino l'esistenza e l'importanza di regole morali... anzi, ammirano particolarmente coloro che riescono a comportarsi secondo regole precise ed eque.
Semplicemente la cosa non fa per loro.

Capiscono di essere diversi dagli altri sotto questo aspetto e per questo sono molto sensibili alle critiche realative alla loro insensibilità o mancanza di rettitudine morale.

Alla fine, un ENTJ maturo sentirà il bisogno di colmare queste lacune e si dedicherà in qualche modo ad integrare nel suo modus operandi (procedure e routines che usa nella vita di tutti i giorni) gli aspetti fondamentali della funzione Fi.

Disturbi funzionali

Il Loop degli ENTJ

Il "loop" consiste nella atrofizzazione (o il mancato sviluppo) della funzione ausiliaria.
L'atrofizzazione può essere momentanea (generalmente collegata a stress) o permanente (segno di disturbi psicologici più gravi).

Quando è in loop, l'individuo ENTJ si ritrova a navigare la realtà con due funzioni estroverse (Fe ed Se) e praticamente nessuna funzione introversa a fungere da freno.

In un individuo ENTJ equilibrato, la funzione introversa Ni agisce da arbitro tra le funzioni estroverse Fe ed Se, filtrando e rallentando i loro effetti.
In un loop, questo equilibrio si spezza.

Gli effetti del loop si presentano in modo simile per gli ENTJ (Te-Se) e gli ESFP (Se-Te).

Il loop degli ENTJ consiste in un comportamento aggressivo, competitivo, che li rende totalmente disinteressati ai sentimenti altrui.
Li induce inoltre a prendere decisioni senza considerarne le conseguenze.

Nonostante l’orientamento prepotente della combinazione Te-Se, dentro di loro necessitano dell'approvazione degli altri.
Sono infatti convinti che il loro valore si misuri solo e soltanto dai loro risultati.
Per questo, quando in loop, si impegnano nel controllare e organizzare l'ambiente esterno in modo esagerato, così esagerato che il loop è spesso associato al "Disturbo Ossessivo-Compulsivo".

La patologia in questione rende gli ENTJ con loop particolarmente territoriali, maniacali, ossessivi nel loro controllo e nelle loro azioni.
Ignorano fattori esterni convincendosi acriticamente che il loro modo di fare le cose sia quello giusto.

Sebbene questo sia generalmente vero per un ENTJ sano, quando la funzione Ni viene a mancare il giudizio che ne risulta può essere fortemente discutibile.

Come uscire dal loop
L'unico modo per uscire dal loop è concentrarsi sulle funzioni che vengono trascurate.
L'ENTJ ha bisogno di avvicinarsi al proprio mondo introverso, ovvero ripristinare l'utilizzo della funzione Ni e ricominciare a fare affidamento su se stesso e sul proprio “istinto”.

Invece di ingaggiare in comportamenti estroversi e di passare tempo con altre persone, gli ENTJ in loop hanno bisogno di riconnettersi con il proprio mondo interiore e con la loro intuizione.

Hanno bisogno di prendere un po' di tempo per sé statti e di prendere le distanze dalle interazioni sociali.

Questo li aiuterà a diventare più concentrati verso l'interno e a far calmare quell'ossessività e desiderio di controllo che hanno maturato durante il loop.

Quando l'ENTJ trascorre del tempo coi i propri pensieri, riporterà necessariamente in gioco la funzione Ni.
Per iniziare questo processo può essere utile leggere, scrivere, o esprimere gratitudine.

Il Grip degli ENTJ

Il "grip" consiste in un tentativo di affrontare le situazioni utilizzando la funzione inferiore come se fosse l'unico strumento disponibile.
Da non confondere con l'uso aspirazionale della funzione inferiore, il grip è un tentativo (di solito disperato) dai risultati deleteri per l'individuo e per la situazione in questione.

Un ENTJ in grip può iniziare ad analizzare come si "sente" riguardo a qualcosa e a mettere in discussione se sia una brava persona oppure no.

Ovviamente lui stesso non ha gli strumenti per rispondere a questa domanda e questo lo pone in una situazione di grave frustrazione.

Negli ENTJ, il grip Fi crea dubbi se stessi e sulle proprie intenzioni... ma può anche risvegliare il senso della morale, ponendo in questione le intenzioni degli altri.

In sostanza, un ENTJ in grip può diventare paranoico su cosa sia giusto o sbagliato, su cosa sia lecito fare o cosa no... argomenti che di solito non fanno parte del modo in cui pensa un ENTJ.

Pensi di essere un ENTJ?

Fai il nostro test per fugare ogni dubbio...

Vai al Test