ENTP

- IL VISIONARIO -

Curioso ed intelligente, vede i possibili futuri e propone soluzioni innovative.

Eccelle nel vedere i possibili futuri e nel proporre soluzioni innovative. Curioso ed intelligente, cerca di comprendere persone, sistemi, processi. Sempre molto attivo. A volte si perde nei troppi interessi che ha.

L’acronimo ENTP sta per:

  • Estroverso
  • iNtuitivo
  • pensante (Thinking)
  • Percettivo

Gli individui ENTP hanno un temperamento estroverso, percepiscono il mondo che li circonda attraverso l’intuizione (anziché attraverso i sensi) e prendono decisioni basandosi su ragionamenti e logica (anziché sui sentimenti).

Essendo un tipo P (percettivo), l'ENTP tende a manifestare la propria preferenza di tipo N anziché la preferenza di tipo T. Rimane quindi quindi generalmente aperto ad acquisire informazioni e tende a procrastinare il prendere decisioni.

Il Tipo ENTP è uno dei Tipi più rari (il terzo più raro), ammontando ad un totale di circa il 3% della popolazione.

Il carattere degli ENTP

Gli ENTP hanno una fervida immaginazione, al punto che trovano difficile focalizzare su un’attività alla volta.

In età adolescente tendono ad essere molto emotivi e sensibili, attenti ai sentimenti di tutti.
Amano passare il tempo con gli altri, dimostrando una spiccata tendenza ad essere altruisti ed a fare di tutto per condividere buone esperienze con le persone che li circondano.

Crescendo, sviluppano uno spiccato senso logico che li porta a diventare più pragmatici ed a focalizzare su come aiutare gli altri utilizzando le innumerevoli possibilità che si presentano di continuo nella loro mente.

Alcuni ENTP famosi...

Lo Stack cognitivo

Funzioni cognitive ENTP

PosizioneENTP
1Primaria / Dominante / EroeNe
2Secondaria / Ausiliaria / Genitore buonoTi
3Terziaria / BambinoFe
4Inferiore / AspirazionaleSi
5OpponenteNi
6Genitore CriticoTe
7TruffatoreFi
8Demone / TrasformativaSe
Non sai cosa sia di preciso lo stack cognitivo?
Clicca qui per scoprirlo.

Il superpotere degli ENTP

Gli ENTP sono inventori, innovatori, leaders di larghe vedute. Tendono a focalizzare sul quadro d'insieme piuttosto che sui dettagli ed hanno un talento naturale per gestire relazioni interpersonali.

Tipicamente l’individuo ENTP eccelle nel vedere i possibili futuri e nel proporre soluzioni innovative. E’ curioso ed intelligente, cerca di comprendere persone, sistemi, processi.

Gli ENTP sono molto attivi e a volte si perdono nei troppi interessi che hanno.

Le debolezze degli ENTP

Come conseguenza della loro fervida immaginazione, gli individui ENTP vivono con la mente proiettata verso il futuro.
Per questo motivo sono a volte “assenti” e trovano molto difficile notare i dettagli del mondo che li circonda.

Il loro essere continuamente distratti li porta persino ad avere problemi di memoria.

Gli ENTP hanno sempre molte idee... che spesso finiscono per diventare progetti incompleti.
Sono molto attratti da nuove opportunità e spesso devono fare i conti con il fatto che non sono abbastanza persistenti per portare in fondo quello che hanno cominciato.

Gli ENTP hanno tante buone qualità ma la loro dirittura morale lascia un po’ a desiderare.
La forte mentalità logica e la loro propensione ad immaginare scenari alternativi, li porta spesso ad operare al confine di quelli che sono i limiti dichiarati accettabili dalla società.

La probabilità che un ENTP finisca in una relazione difficile, tossica o abusiva è del 61%

Le relazioni degli ENTP

Come tutti gli altri tipi di personalità, gli ENTP hanno un livello di compatibilità diversa con ciascuno dei 16 tipi.

Scegliendo senza un preciso criterio, la probabilità che un ENTP trovi la sua anima gemella è inferiore al 2%.

Per una compatibilità perfetta, l'ENTP ha bisogno di trovare un partner lungimirante e con l'attenzione proiettata verso il futuro, razionale e sempre pronto a discutere idee.

Senza una guida, la probabilità che un ENTP finisca in una relazione difficile, tossica o abusiva è del 61%.

Se ti interessa sapere di più su come trovare la relazione perfetta, clicca sul bottone qui sotto e visita la pagina "Compatibilità e Relazioni".

Le 4 parti della mente di un ENTP

Secondo una recente teoria di J.Beebe, ogni individuo ha accesso a 4 Tipi di personalità.

In pratica, la nostra mente è composta da 4 parti distinte, ognuna collegata ad un tipo di "coscienza" diversa:

  • Ego;
  • Subconscio;
  • Inconscio;
  • Super.Ego.

Di queste 4 parti, due sono estroverse e due sono introverse...

Quindi, indipendentemente da quale sia la il tuo tipo di personalità dominante, puoi sempre accedere facilmente ad almeno un altro Tipo con un temperamento diverso.

NOTA: questo spiega perché ci comportiamo in modo diverso in circostanze diverse o in presenza di persone con le quali abbiamo un diverso grado di confidenza!

Quando parliamo di un Tipo ENTP, ci riferiamo alla sua personalità dominante: l'Ego.

Queste sono le 4 parti della mente di un ENTP

ENTP

Ego

ISFJ

Subconscio

INTJ

Inconscio

ESFP

Super.Ego

Questo significa che, in alcune situazioni, un individuo ENTP esibirà caratteristiche tipiche di individui ISFJ, INTJ, o ESFP.

Significa inoltre che un ENTP si introverge in un ISFJ o in un INTJ... non in un INTP !!!

Un ENTP si introverge in un ISFJ o in un INTJ... non in un INTP !!!

La personalità del Subconscio ISFJ può essere "indossata" a comando, di solito in situazioni dove l'individuo ENTP ha a che fare con estranei e non si sente abbastanza confidente.

La personalità dell'Inconscio INTJ emerge spontaneamente ogni qualvolta l'individuo ENTP si trova in difficoltà o ha necessità di essere iper-critico.

NOTA: nell'ambiente di lavoro, tutti tendiamo a mostrare di più il nostro lato inconscio.

In genere, la personalità dell'Ego Superfluo si manifesta molto raramente.
Un ENTP equilibrato non si dovrebbe mai comportare come un ESFP.

Per ridurre lo stress e vivere una vita felice è importante operare il più possibile nei limiti del nostro Ego.

Pensieri di un ENTP...

Ho un continuo flusso di idee. Scarto le più banali per giocare con quelle più interessanti... e questo mi tiene la mente sempre occupata.
Tendo ad annoiarmi velocemente con ciò che è ripetitivo o semplice da capire.
Quando parlo con gli altri, mi accorgo che riesco a vedere le cose da una prospettiva diversa... da molte prospettive diverse!
Mi piace pensare di poter creare cose nuove, così come me le immagino... però trovo molto difficile fermarmi e mettermi al lavoro su un singolo progetto.
Alla fine, credo che mi piaccia di più teorizzare che perdermi nei dettagli dell'implementazione.
Mi piace parlare, e mi piace stare con la gente.
Riesco a vedere il buono che c'è in loro, le loro intenzioni, e mi piace dare consigli per aiutarli a realizzare le loro ambizioni.
A volte tutto questo pensare mi fa perdere di vista le cose pratiche... è facile per me perdermi nei miei pensieri e dimenticarmi del presente.
Ho una mentalità molto aperta e non mi piace quando la gente insiste nel seguire ad occhi chiusi tradizioni o regole che hanno perso senso. Io metto sempre tutto in discussione.
Non lo faccio per essere anticonformsta ma semplicemente posso immaginare soluzioni migliori e mi sento frustato quando il presente si dimostra inadeguato.
Perché accettare la banale ripetizione quando si possono immaginare modi diversi per rendere la vita piú interessante? dialogo interno di un ENTP

Gli ENTP in dettaglio

Gli ENTP sono versatili, di mentalità aperta ed instancabili.
Vivono con la mente proiettata nel futuro e immaginano di continuo nuovi scenari e nuove possibilità per ogni situazione che gli viene presentata.

Grazie al modo in cui pensano, sono in grado di fare brillanti associazioni di idee.

Tutto questo osservare e pensare li rende facilmente distraibili.
Sono infatti inclini a soffrire del disturbo etichettato come "Disturbo da Deficit di Attenzione".

Si annoiano facilmente se devono fare attività ripetitive. Preferiscono attività che stimolano la mente.

Nel corso della loro vita tendono a collezionare molti interessi ed hobbies diversi.

Essendo estroversi intuitivi, gli ENTP adorano passare il tempo con gli altri.
Nell'interazione sociale, mantengono il loro interesse per idee e teorie ed amano discutere questi argomenti con amici, colleghi, conoscenti.

Non sopportano di tenere nascosto qualcosa, devono spiegare, raccontare, coinvolgere.
Sono irresistibilmente attratti dal pettegolezzo e dal raccontare e imbastire storie interessanti.

Non amano parlare del più e del meno ma sono molto interessati ad investigare le motivazioni e le propensioni delle persone con cui interagiscono.

Con l'esperienza, sviluppano (in larga misura non intenzionalmente) teorie sul funzionamento del mondo e della natura umana.

Quando queste teorie non combaciano con quelle convenzionali (molto spesso) diventano scettici e critici di quello che è il punto di vista convenzionale.

Gli ENTP affrontano la vita con entusiasmo e leggerezza. Di solito non hanno un obiettivo preciso... probabilmente perché hanno imparato che tanto cambieranno corso d'azione al primo oggetto luccicante che troveranno lungo la loro stada.

Questo Tipo ha una tendendenza deleteria a seminare e seminare... per poi passare prematuramente ad altro e far raccogliere ad altre persone.
Ciò può portare alla frustrante consapevolezza di non arrivare mai ad un qualcosa di stabile nella propria vita.

Come gli INTP, si divertono ad esplorare percorsi che collegano concetti diversi ed amano fare speculazioni. Nonostante questa propensione intellettuale, gli ENTP sono meno inclini a svilupparsi esclusivamente su un percorso astratto e teoretico, come amano invece fare gli INTP.

Come gli INTJ, hanno più interesse a sviluppare qualcosa di pratico... ma, a differenza degli INTJ, non hanno abbastanza pazienza e capacità di concentrazione per potersi occupare direttamente dell'implementazione.

Sebbene non ossessionati dalla ricerca della verità come gli INTP, molti ENTP ben sviluppati arrivano a sviluppare un interesse per la filosofia.

Sono spesso portati per la matematica e le scienze, ma possono anche esibire interesse per le arti e le scienze umane.

Hanno la tendenza a procrastinare, specialmente per le cose burocratiche o che ritengono di poco interesse.

Gli ENTP sono spesso buoni oratori e scrittori e potrebbero essere giornalisti, scrittori, o editori.
Essendo molto opinionati e a volte iperattivi, il lavoro da dipendenti può andargli molto stretto e diventare causa di stress.

Gli ENTP amano anche insegnare, ma la burocraticità dell'apparato scolastico può scoraggiarli dall'intraprendere la carriera nelle scuole.

Possono essere anche buoni attori, mediatori, diplomatici, imprenditori o informatici.

Nonostante siano individui molto sociali, dato il loro fare da bastian contrario e la loro riluttanza a seguire le regole, gli ENTP possono spesso trovarsi sul confine del tessuto sociale.
Di conseguenza, non è raro trovarli alle prese con problemi di depressione, questo soprattutto se non hanno un lavoro soddisfacente e si sentono finanziariamente obbligati verso gli altri.

La funzione dominante degli ENTP

La funzione dominante è responsabile per il comportamento spontaneo di un individuo ed è intimamente legata al suo superpotere.
Tutte le cose che ci vengono naturali o per le quali "siamo portati" sono generalmente dominio della funzione dominante.

La funzione dominante degli ENTP è l'Intuizione Estroversa (Ne), che condividono con gli ENFP.

Ne tiene l'attenzione dell'individuo ENTP orientata al futuro.
All'atto pratico Ne si manifesta come un continuo flusso di idee, immaginando quello che potrebbe essere.

Ne si iterfaccia con quella che è la percezione sensoriale fisica (dei 5 sensi) e ne amplifica l'effetto sul piano metafisico.

In combinazione con la funzione terziaria Fe, Ne rende gli ENTP particolarmente abili a percepire le intenzioni degli altri e i loro desideri.

Ne è sempre "accesa" e tiene costantemente occupata la mente degli ENTP, al punto che a volte interferisce con le loro capacità di comunicazione.
Infatti, spesso gli ENTP si ritrovano a parlare a lungo senza riuscire a raggiungere il punto del discorso. La loro Ne è così forte da creare di continuo nuove "interessanti" opzioni da esplorare... e così finiscono per passare di digressione in digressione, senza venire mai al dunque.

Per l'ENTP questo processo è appagante e "necessario".
Purtroppo i suoi interlocutori la pensano spesso diversamente.

In verità, gli ENTP usano la conversazione come metodo di validazione delle proprie idee e teorie, quindi questo lanciarsi in "monologhi" è in qualche modo finalizzato alla ricerca di una "verità" nascosta.

Quando gli argomenti sono scelti con cura e le circostanze sono appropriate, il dialogo con un ENTP può risultare molto costruttivo ed interessante per tutti coloro che sono coinvolti.

Vale la pena di ricordare che, al contrario dell'Intuizione Introvesa (Ni), Ne ha un carattere divergente, espansivo, esplosivo.
In altre parole, alla fine del discorso, ci saranno in genere piú opzioni e soluzioni che all'inizio anziché una risposta definitiva.

Come utente con Ne dominante, l'ENTP preferisce situazioni in via di sviluppo e dalle dinamiche flessibili a situazioni stabile e con regole ben definite.

Se in pieno controllo del suo superpotere Ne, l'ENTP si interessa a mestieri o professioni in cui può sperimentare e sviluppare le proprie capacità nel modo piú multilaterale possibile.

Il rovescio della medaglia dell'abilità di vedere possibilità è che, quando una situazione si concretizza, l'ENTP può perdere il suo entusiasmo e cominciare a pensare di abbandonare tutto e spostare la sua attenzione sulla prossima avventura.

La funzione secondaria degli ENTP

La funzione secondaria è responsabile per il comportamento critico di un individuo ed è intimamente legata al suo superpotere.
Tutti gli atteggiamenti critici o di avversione al rischio sono generalmente causati della funzione secondaria.

Il Pensiero Introverso (Ti) è la funzione secondaria degli ENTP, quella che principalmente si occupa di controbilanciare l’azione della dominante Ne.

Gli ENTP hanno un forte lato logico che, essendo introverso e quindi rivolto all’interno, spesso non viene notato dagli altri.

È comune notare solamente il lato giocoso e brillante dell’ENTP e ignorare quello fortemente logico.

Questo tipo di pensiero applica la logica e la ragione per stabilire veridicità o per il puro gusto di capire una determinata situazione, un sistema o un problema.

Ragionano in termini di "vero o falso", "ragionevole o assurdo" applicando soprattutto quest'ultimo ai comportamenti delle persone.

Usando Ti, l’ENTP scompone un ragionamento in frammenti e procede poi a validare la veridicità delle singole componenti.
In questo modo risce a formulare complessi pensieri e ad essere ragionevolmente sicuro che siano chiari e logici (esprimerli chiaramente a terzi è poi un altro problema!).

Sono bravi a trovare contraddizioni, eccezioni, a immaginare scenari in cui una spiegazione non regge.

La combinazione di intuizione e pensiero li può portare a scherzare e prendere in giro con poco tatto, semplicemente perché non badano all’impatto emotivo che ciò che dicono può avere sugli altri.
Sono bravi con il sarcasmo e l’ironia anche, di tipo cinico.

La funzione terziaria degli ENTP

La funzione terziaria è responsabile per il comportamento spontaneo ed ingenuo di un individuo ed è sia un forte tratto caratteriale che una debolezza.

Il Sentimento Estroverso (Fe) è la funzione terziaria degli ENTP.

La funzione terziaria è attiva già in età infantile e per questo motivo i giovani ENTP possono essere molto emotivi.

In età adulta Fe torna molto utile agli ENTP in quanto li aiuta a connettere con le persone e ad usare al meglio la loro Ne (in modo analogo a quanto fanno gli ENFJ con le loro combinazione Fe-Se).

Con Fe, l'ENTP può moderare i toni delle sue forti opinioni e far sì che gli altri si interessino alla sua "visione", piuttosto che rimanere offesi da quello che altrimenti potrebbe essere interpretato come criticismo.

La funzione inferiore degli ENTP

La funzione inferiore è responsabile per le insicurezze di un individuo e per le sue più intime aspirazioni.
E' tale funzione che spesso ci ispira al cambiamento... cambiamento che però non sempre genera risultati con i quali siamo contenti.

La funzione inferiore degli ENTP è la Sensazione Introversa (Si).

La funzione inferiore è in genere marginalmente sviluppata e fonte di frequente ansia ed imbarazzo.

Negli ENTP questo si manifesta con episodi di dimenticanza, insistenza eccessiva nel voler fare le cose in modo diverso da come le fanno tutti, eccessivo anticonformistmo.

Questo comportamento è una conseguenza diretta del fatto che l'ENTP vive proiettato nel futuro e può immaginare molte possibilità. Passando il tempo nei suoi voli pindarici, l'ENTP non sofferma la sua attenzione su cose che dovrebbe invece ricordare.

Spesso gli ENTP si ritrovano a dimenticare di pagare le bollette, arrivare in ritardo, dimenticare di mangiare, etc.

Alcuni ENTP, dopo essersi accorti di questo comportamento poco salutare, cercano di compensare eccedendo nell’estremo opposto. Possono diventare ossessionati con la puntualità, con la precisione e l'organizzazione, o sottoporsi a regimi di dieta severissimi (finché dura).

Gli ENTP hanno bisogno di Si per ancorarsi ad una base solida su cui costruire i loro "futuri". Gli individui più equilibrati possono diventare molto sistematici e ben organizzati, con uno spiccato interesse per quanto è stato fatto prima di loro.

Questo consente loro di basare le loro idee su concetti stabili e possono sviluppare visioni incredibilmente complesse ed utili al progresso della società.

Dal punto di vista aspirazionale, gli ENTP ammirano le persone sistematiche, organizzate, istruite e con la memoria di ferro.

Non è raro che un ENTP si ritrovi a fantasticare di possedere quelle qualità... ma è una fantasia che dura poco perché, anche se effetivamente risuscisse a perseguire una strada più "Si", capirebbe in fretta che non fa per lui e se ne tornerebbe, arrichito con un'esperienza, ai suoi vecchi modi.

Disturbi funzionali

Il Loop degli ENTP

Il "loop" consiste nella atrofizzazione (o il mancato sviluppo) della funzione ausiliaria.
L'atrofizzazione può essere momentanea (generalmente collegata a stress) o permanente (segno di disturbi psicologici più gravi).

Quando è in loop, l'individuo ENTP si ritrova a navigare la realtà con due funzioni estroverse (Ne ed Fe) e praticamente nessuna funzione introversa a fungere da freno.

In un individuo ENTP equilibrato, la funzione introversa Ti agisce da arbitro tra le funzioni estroverse Ne ed Fe, filtrando e rallentando i loro effetti.
In un loop, questo equilibrio si spezza.

Gli effetti del loop si presentano in modo simile per gli ENTP (Ne-Fe) e gli ESFJ (Fe-Ne).

Il Tipo ENTP tende generalmente a comportarsi in maniera movimentata e talvolta caotica, ma necessita spesso dell’approvazione degli altri.
Quando in loop, quest’ultima caratteristica si estremizza, rendendo gli ENTP totalmente dipendenti dal giudizio degli altri, divenendo dunque incapaci di formare una sana e corretta opinione di loro stessi.

In presenza di un loop, gli ENTP ricercano continuamente e freneticamente l’approvazione altrui su tutto ciò che fanno, saltando di qua e di là e divenendo a tratti ossessivi e paranoici.

A volte, potrà capitare che si metteranno a criticare o a contraddire un’altra persona per il semplice gusto di farlo, soddisfacendo sia la creatività della Ne che la necessità di connessione della Fe.

I loop particolarmente gravi rendono il Tipo ENTP molto soggetto al disturbo etichettato come "Disturbo Narcisistico della Personalità".

In realtà, la ricerca di attenzione è in questo caso causata da una forte insicurezza e dall'incapacità di introspezione. Questo che conduce verso comportamenti inconsapevoli e patologici.

Con un riscatto delle funzioni introverse, l’ENTP può riacquisire fiducia in se stesso e nelle proprie capacità interiori, liberandosi dalla necessità patologica dell’approvazione altrui.

Come uscire dal loop
L'unico modo per uscire dal loop è concentrarsi sulle funzioni che vengono trascurate.
L'ENTP ha bisogno di avvicinarsi al proprio mondo introverso, ovvero ripristinare l'utilizzo della funzione Ti e ricominciare a fare affidamento su se stesso e sul proprio “istinto”.

L'individuo ENTP deve tornare a guardarsi dentro in modo critico, piuttosto che cercare l'approvazione di coloro che lo circondano.

Per iniziare questo processo può essere utile astenersi dal contatto con gli altri e dagli stimoli del mondo esterno.

Attività come lettura e ascolto di libri o musica, o addirittura giochi come puzzles (sudoku, cruciverba, ...) possono riportare la mente ad operare in maniera più logica.

Per interrompere i loop è importante evitare le novità e le cose "luccicanti", sia che si tratti di situazioni o persone.

Il Grip degli ENTP

Il "grip" consiste in un tentativo di affrontare le situazioni utilizzando la funzione inferiore come se fosse l'unico strumento disponibile.
Da non confondere con l'uso aspirazionale della funzione inferiore, il grip è un tentativo (di solito disperato) dai risultati deleteri per l'individuo e per la situazione in questione.

Quando l'ENTP è sottoposto a un grave stress o quando ha applicato troppa pressione alla sua coppia di funzioni dominante ed ausialria, può entrare nella presa (grip) della funzione inferiore Si.

Quando ciò accade, l'ENTP diventa iper-focalizzato sulla funzione inferiore e il suo comportamento cambia drasticamente.

Un ENTP stressato ed in grip, si comporterà come un ISFJ malsano (il suo Subconscio).

In grip, gli ENTP diventano ossessionati dall'accuratezza fattuale, desiderando trovare modi per dimostrare le loro teorie e assicurarsi che i dettagli siano tutti corretti.

Possono iniziare a trascurare la verità e trascurare cose che normalmente sono molto importanti per loro.

Le loro menti sono concentrate sui dettagli sbagliati e sulle informazioni sbagliate, poiché il loro Si è collegato agli errori del passato nei peggiori modi possibili.

È probabile che l'ENTP in questa modalità diventi un perfezionista e che perda di vista ciò che conta veramente al fine di ottenere risultati concreti.

Pensi di essere un ENTP?

Fai il nostro test per fugare ogni dubbio...

Vai al Test